La monticazione

Dublin Core

Titolo

La monticazione

Soggetto

I suoni dei campanacci si diffondono nell'aria e fra le vie del borgo

Descrizione

Sino a primi del Novecento le malghe per i bovini erano situate nel fondo della valle. Più in alto erano i segativi e i pascoli delle capre e delle pecore. In tempi più vicini a noi le mucche hanno trovato strutture accoglienti anche alle alte quote dove è declinato progressivamente l'allevamento dei caprini e degli ovini ed è scomparsa del tutto la fienagione.
Le strade del paese si riempivano dei suoni dei campanacci dei bovini che felici di uscire finalmente dalle stalle erano ansiose di correre di nuovo sui verdi pascoli
I capi bovini delle varie famiglie venivano condotti verso il 24 di giugno festa di San Giovanni Battista (San Dvane) alle varie malghe di proprietà comune sui monti della valle di Visdende: Lòndo, Chivión, Àntola, Sésis e Rinaldo. Qui rimanevano per l'alpeggio collettivo sino l'8 di settembre festa della natività della Vergine (la Madòna d Seténbre) quando venivano ricondotti in paese.

Autore

Testo di Piergiorgio Cesco Frare

Relazione

#voicesofthemountain #vocidellamontagna

Citazione

Casa Museo Angiul Sai, “La monticazione,” Patrimonio - Museo Dolom.it, accessed January 18, 2022, http://patrimonio.museodolom.it/items/show/5256.

Formati di uscita