#STORIEAPIEDI_La Schiara di Dino Buzzatti

Dublin Core

Titolo

#STORIEAPIEDI_La Schiara di Dino Buzzatti

Autore

Museo Etnografico Dolomiti

Text Item Type Metadata

Testo

Quante storie potrebbero raccontarci le cime dolomitiche? Quante persone le hanno scalate, hanno percorso i loro sentieri o semplicemente le hanno sognate, immaginate e raccontate?
Il paesaggio è proprio questo: è un tessuto di interazioni tra abilità, percezioni e pratiche che in esso si dispiega, esso non può esistere senza un osservatore.
Noi scegliamo di raccontarvi la cima delle Dolomiti che più ci emoziona.
La cima è visibile dalla piazza di Belluno ed è sicuramente una delle più amate dai bellunesi e meta di numersose escursioni.
E tra tutti gli osservatori, scegliamo Dino Buzzatti, nato, cresciuto e profondamente legato a Belluno, che con queste parole tratte da "L'Amico Schiara" che così la descrive:
"Quando vengono le dieci, dieci e mezza del mattino, comincia a tirar fuori dei colori straordinari, comincia a essere la vera grande classica potente parete dolomitica con quella tinta anzi quelle tinte che nessuno è mai riuscito a dire bene e tanto meno io, e parlare di rosa, di madreperla, di argento, di trasparenze, di smalto, di pallore, di viola, di polvere antica non serve a niente, penso proprio sia impossibile esprimere il senso di quei colori, di quella fisionomia, di quella espressione assorta intensa e misteriosa che a me ha sempre dato un’emozione secca e precisa come un rintocco profondo e sensuale.
Seduto su un giardino della piccola scala di pietra, mentre il sole gira lentamente, io guardo la montagna della mia vita, ma lei non mi guarda, essa è chiusa nei suoi impenetrabili pensieri e nelle concavità dei suoi precipitosi grembi, le ombre si dilatano e si rattrappiscono lungo gli appicchi, rammendandomi strani incanti della giovinezza perduta".

Citazione

Cristina Busatta, “#STORIEAPIEDI_La Schiara di Dino Buzzatti,” Patrimonio - Museo Dolom.it, accessed September 22, 2021, http://patrimonio.museodolom.it/items/show/5587.

Formati di uscita