Tina Merlin - Una donna libera

Dublin Core

Titolo

Tina Merlin - Una donna libera

Descrizione

Tina Merlin (Trichiana 1926- Belluno 1991) è stata partigiana, giornalista, scrittrice, ma prima di tutto una donna che ha combattutto. Per la liberazione/emancipazione di se stessa e delle donne, fino a esercitare un mestiere fino ad allora prerogativa dei soli maschi, quello di giornalista, e a sostenere con forza non semplicemente il suo punto di vista, ma la visione del mondo delle donne, le loro capacità, la loro sensibilità, la loro creatività, fuori dal mondo stretto del domestico, in tutti gli ambiti della vita pubblica e professionale.
Ha combattuto per il lavoro, unico mezzo per non sprofondare nella miseria, ma anche per non dover dipendere da altri (le donne dagli uomini in primis) e per realizzare le proprie vocazioni.
Ha combattuto contro ogni forma di prevaricazione, di esclusione e di umiliazione, per la dignità e i diritti di tutti, indipendentemente dalle condizioni sociali.
Ha combattuto, specie nel caso del Vajont, per la verità e la giustizia. E ancora per la democrazia dal basso, che significa partecipazione, impegno personale e collettivo, come aveva insegnato la Resistenza.
Ha combattuto, con un approccio al tempo stesso estetico ed etico, contemplativo e cooperativo, per la difesa della montagna che non è lo sfondo su cui agiscono gli uomini, ma la compagna ora generosa, ora ostile, ora riottosa, comunque bella, della loro esistenza. Ecco allora la necessità del senso del limite che annichilisce ogni sfida, ogni velleità di dominio. Limite che significa per chi vive in montagna bandire le scorciatoie e trovare altri modi di vita e di convivenza. Senza forzature, senza eccessi, senza sprechi. Che significa cooperare, non imporre, peggio sopraffare. Limite che, se oltrepassato, vanifica ogni progettualità umana.
Nascono da qui le migliaia di articoli e saggi per L'Unità e numerose riviste, nascono da qui i saggi sulle donne e la lotta partigiana, i libri sulle lotte dei lavoratori (Siamo tutti una famiglia e Avanguardia di classe e politica delle alleanze), sulla tragedia del Vajont (Sulla pelle viva), sulla sua famiglia nella guerra e nella Resistenza (La casa sulla Marteniga).

Autore

Associazione culturale Tina Merlin www.tinamerlin.it - Foto: Archivio Tina Merlin

Gestione dei diritti

Rilasciato con licenza CC BY-NC-ND
Che consente soltanto di scaricare e condividere i lavori originali a condizione che non vengano modificati né utilizzati a scopi commerciali, sempre attribuendo la paternità dell'opera all'autore.

Relazione

DoloMythic Women

Collezione

Citazione

Anonymous, “Tina Merlin - Una donna libera,” Patrimonio - Museo Dolom.it, accessed August 9, 2022, https://patrimonio.museodolom.it/items/show/5688.

Formati di uscita